Tag Archives: segnare

Gli occhiali Apple Glass avranno ventola, lenti graduate e inserti in tessuto

(Concept: iDropNews)Tante fresche anticipazioni sugli occhiali Apple Glass che potrebbero segnare il proprio debutto un po’ in anticipo rispetto alla precedente stima del 2023. Diversi prototipi sono infatti in fase di sviluppo e perfezionamento a Cupertino, per concentrare in un dispositivo indossabile (dunque, il più leggero possibile) un hardware potente e innovativo.
Secondo quanto raccontato da fonti anonime a Bloomberg, gli occhiali Apple si dedicheranno alla realtà virtuale e anche a quella aumentata con una scheda tecnica più vicina a quella di un notebook rispetto che a uno smartphone. Sembra infatti che il processore in fase di test sarà addirittura più prestante dell’M1 a bordo dei Macbook Air e Pro di ultima generazione.
Tutta questa potenza necessiterà di un adeguato sistema di raffreddamento, motivo per il quale è più che probabile che a bordo ci sarà una ventola. Tuttavia, il primo risultato era troppo pesante per il collo, così si è eliminato lo spazio necessario per poter indossare Apple Glass con i propri occhiali, compattando la struttura e aprendo piuttosto alla possibilità di inserire lenti graduate.
L’attuale prototipo dovrebbe riferirsi al nome in codice N301, mentre quello dedicato alla realtà aumentata è l’N421, che però potrebbe richiedere ancora qualche tempo, uscendo sul mercato un anno dopo, nel 2023. I primi occhiali Apple Glass per la realtà virtuale debutteranno verosimilmente infatti nel 2022, per mettersi in competizione con dispositivi già consolidati sul mercato come gli Oculus di Facebook oppure Playstation Vr di Sony.
Il dispositivo sarà stand-alone ossia non richiederà di essere connesso a un Mac oppure a un iPhone, ma avrà tutto ciò che occorre per lavorare in autonomia. A livello di design, sembra che l’esterno sarà anche in tessuto e non solo in metallo, per più comfort.
Quale sarà il prezzo degli occhiali Apple? La stima di Bloomberg è piuttosto salata perché si andrà ben oltre il costo tra i 300 e i 900 euro circa dei rivali già in commercio. Si potrebbe dunque aggirare sulla stessa cifra di HoloLens 2 e Magic Leap che gravitano oltre i 3000 e i 2000 euro rispettivamente per realtà aumentata e virtuale, ma ci sono possibilità che si vada ancora più in su, fino a 5000 euro.
The post Gli occhiali Apple Glass avranno ventola, lenti graduate e inserti in tessuto appeared first on Wired.

Go to Source
Author: Diego Barbera

Premier, Newcastle-Liverpool 0-0: la squadra di Klopp spreca troppo

La squadra di Klopp crea molto ma non riesce a segnare, anche per le super parate del portiere dei Magpies

Il Newcastle riesce nell’impresa di non fra segnare il Liverpool e strappa un prezioso 0-0. Grande protagonista della serata il portiere Darlow, con almeno tre parate prodigiose su Salah e Firmino. Ma nella circostanza è mancato anche il cinismo agli uomini di Klopp, poco concreti davanti alla porta dei Magpies e costretti al secondo pari consecutivo in Premier.

E’ stata una partita piacevole, a cui è mancato solo il gol. Oltre alle parate del portiere del Newcastle, ci sono state occasioni clamorose per Firmino in versione sciupone e Mané nella ripresa. Il Liverpool ha rischiato anche la beffa nel finale, quando Alisson ha mostrato una notevole reattività sul colpo di testa di Clarke. Ora Klopp resta primo in classifica, ma con tre punti di margine sullo United che ha una partita in meno.


Go to Source
Author:

Balotelli, esordio in Monza-Salernitana. E dopo 4’ è gol

Super Mario non giocava dal 9 marzo (Sassuolo-Brescia). Per segnare ai campani (3-0 il finale) ci ha messo appena 4′. Il Lecce pareggia con il Cittadella, prima gioia casalinga per il Pordenone. Toscani frenati dall’Ascoli, mentre la squadra di Dionigi espugna Ferrara

Si gioca la sedicesima giornata in Serie B, dove il big match fra Monza e Salernitana viene vinto dai lombardi (3-0 il risultato finale). La terza della classe ha sfidato la capolista con il ritorno dal 1′ di Mario Balotelli. L’attaccante, che ha firmato con il club di Berlusconi un contratto fino al giugno 2021, è tornato a giocare come non gli accadeva da quasi 10 mesi (Sassuolo-Brescia 3-0 del 9 marzo). Brocchi ha deciso di schierarlo in un 4-3-3 in coppia con Boateng. E Balo lo ha subito ripagato sbloccando il match contro i campani dopo appena 4′: errore in marcatura di Mantovani e gol a porta vuota. Poi anche una rete annullata, fino all’uscita dal campo al 60′. Sugli altri campi da segnalare la rimonta del Brescia sul campo della Spal, il pareggio dell’Empoli con l’Ascoli e il primo successo casalingo del Pordenone, oltre al 2-2 fra Cittadella e Lecce.

Le altre partite

—  

Pordenone-Reggiana 3-0

Padroni di casa in vantaggio al 21′ con Diaw, che sfrutta al meglio la bella giocata di Mallamo. Al 42′ il raddoppio di Zammarini, che batte Cerofolini dopo che quest’ultimo aveva salvato su Ciurria. Infine il tris al 52′ proprio con il meraviglioso sinistro dell’ala 25enne, che sancisce la prima vittoria stagionale del Pordenone nel proprio stadio.

Reggina-Cremonese 1-0

Seconda vittoria consecutiva per la Reggina, che contro la Cremonese passa in vantaggio nei minuti di recupero del primo tempo con il potente destro rasoterra di Folorunsho. Nella ripresa due gialli nel giro di un giro di lancette per Strizzolo, che lascia in 10 i suoi compagni ora sedicesimi in classifica.

Pescara-Cosenza 0-0

Unica partita senza reti fra quelle giocate alle 15. Terzo pareggio consecutivo per la squadra di Occhiuzzi, in 10 dal 44′ del primo tempo per i due cartellini gialli rimediati da Bittante in un minuto. Nella ripresa il Pescara ci prova con Ceter, Busellato e Nzita, che all’84’ solo davanti a Falcone colpisce con la punta.

Cittadella-Lecce 2-2

Partita bella e divertente in zona playoff fra Cittadella e Lecce, che si dividono la posta in palio. Padroni di casa in vantaggio all’8′ con Ogunseye, che incorna alle spalle di Gabriel sulla bella giocata di D’Urso. Al 18′ ripartenza dei salentini, che colpiscono con Coda. Quest’ultimo fa doppietta al 44′ con una botta dalla distanza agevolata dal palo, mentre al 65′ Donnarumma dalla sinistra mette un cross preciso per la zuccata vincente di Tavernelli.

Monza-Salernitana 3-0

Terza vittoria consecutiva, la quarta nelle ultime cinque partite, per il Monza che vola così a due punti proprio dalla Salernitana capolista. Dura 60′ la gara di Balotelli, partito titolare a quasi 10 mesi dall’ultimo match disputato (Sassuolo-Brescia 3-0 del 9 marzo). L’attaccante, approfittando di un errore di Mantovani, ripaga la fiducia di Brocchi sbloccando il punteggio al 4′. Al 21′ anche un gol annullato all’ex Inter e Milan per fuorigioco, poi negli ultimi istanti del primo tempo un meraviglioso colpo di tacco da parte di Boateng avvia l’azione che porta al raddoppio di Barillà. Il Monza domina anche nel finale, trovando il tris con un tiro sporco di Armellino deviato da Lopez.

Empoli-Ascoli 1-1

Altra rimonta da parte dell’Empoli, che però questa volta riesce solo a metà. L’Ascoli, reduce dalla vittoria sulla Spal alla prima in panchina di Sottil, va vicino ad un altro colpaccio: la sblocca dopo appena 2′ con un diagonale di Bajic, che a inizio ripresa si divora il raddoppio. Ne approfittano gli azzurri, che al 72′ pareggiano i conti con un colpo di testa di Moreo su corner di Stulac. La squadra di Dionisi manca il colpo vincente ma raggiunge comunque al primo posto a quota 31 punti la Salernitana, k.o. con il Monza.

Vicenza-Entella 0-1

Seconda vittoria consecutiva per la Virtus Entella, al primo successo stagionale in trasferta. Decide al 60′ la rete di Koutsoupias, attento nel ribattere in rete il tentativo di De Luca inizialmente parato da Grandi. All’83’ decisiva la parata di Russo, che vola sulla potente conclusione dalla distanza di Gori. Il portiere è poi miracoloso al 94′ sul colpo di testa a botta sicura di Longo.

Spal-Brescia 2-3

Partita molto divertente a Ferrara, con il Brescia che trova la vittoria nel finale. Decisiva la rete di Bjarnason all’87’, che approfitta di un’uscita avventata di Thiam su Aye. Padroni di casa in vantaggio dopo 8′ con Valoti, abile a concretizzare di testa l’assist di Dickmann. Al 57′ Jagiello pareggia i conti, ma due minuti dopo un gran tiro al volo sempre di Valoti riporta sopra la squadra di Marino. Il Brescia attacca a testa bassa e Donnarumma su rigore (braccio largo di Salvatore Esposito) fa 2-2. Finale di gara davvero equilibrato, con occasioni da una parte e dall’altra. Ma alla fine a fare festa sono gli ospiti grazie a Bjarnason.

Chievo-Venezia (ore 21)

Pisa-Frosinone (rinviata)

Seguiranno aggiornamenti


Go to Source
Author:

Balotelli, esordio in Monza-Salernitana. E dopo 4’ è gol

Super Mario non giocava dal 9 marzo (Sassuolo-Brescia). Per segnare ai campani (3-0 il finale) ci ha messo appena 4′. Il Lecce pareggia con il Cittadella, prima gioia casalinga per il Pordenone. Toscani frenati dall’Ascoli, mentre la squadra di Dionigi espugna Ferrara

Si gioca la sedicesima giornata in Serie B, dove il big match fra Monza e Salernitana viene vinto dai lombardi (3-0 il risultato finale). La terza della classe ha sfidato la capolista con il ritorno dal 1′ di Mario Balotelli. L’attaccante, che ha firmato con il club di Berlusconi un contratto fino al giugno 2021, è tornato a giocare come non gli accadeva da quasi 10 mesi (Sassuolo-Brescia 3-0 del 9 marzo). Brocchi ha deciso di schierarlo in un 4-3-3 in coppia con Boateng. E Balo lo ha subito ripagato sbloccando il match contro i campani dopo appena 4′: errore in marcatura di Mantovani e gol a porta vuota. Poi anche una rete annullata, fino all’uscita dal campo al 60′. Sugli altri campi da segnalare la rimonta del Brescia sul campo della Spal, il pareggio dell’Empoli con l’Ascoli e il primo successo casalingo del Pordenone, oltre al 2-2 fra Cittadella e Lecce.

Le altre partite

—  

Pordenone-Reggiana 3-0

Padroni di casa in vantaggio al 21′ con Diaw, che sfrutta al meglio la bella giocata di Mallamo. Al 42′ il raddoppio di Zammarini, che batte Cerofolini dopo che quest’ultimo aveva salvato su Ciurria. Infine il tris al 52′ proprio con il meraviglioso sinistro dell’ala 25enne, che sancisce la prima vittoria stagionale del Pordenone nel proprio stadio.

Reggina-Cremonese 1-0

Seconda vittoria consecutiva per la Reggina, che contro la Cremonese passa in vantaggio nei minuti di recupero del primo tempo con il potente destro rasoterra di Folorunsho. Nella ripresa due gialli nel giro di un giro di lancette per Strizzolo, che lascia in 10 i suoi compagni ora sedicesimi in classifica.

Pescara-Cosenza 0-0

Unica partita senza reti fra quelle giocate alle 15. Terzo pareggio consecutivo per la squadra di Occhiuzzi, in 10 dal 44′ del primo tempo per i due cartellini gialli rimediati da Bittante in un minuto. Nella ripresa il Pescara ci prova con Ceter, Busellato e Nzita, che all’84’ solo davanti a Falcone colpisce con la punta.

Cittadella-Lecce 2-2

Partita bella e divertente in zona playoff fra Cittadella e Lecce, che si dividono la posta in palio. Padroni di casa in vantaggio all’8′ con Ogunseye, che incorna alle spalle di Gabriel sulla bella giocata di D’Urso. Al 18′ ripartenza dei salentini, che colpiscono con Coda. Quest’ultimo fa doppietta al 44′ con una botta dalla distanza agevolata dal palo, mentre al 65′ Donnarumma dalla sinistra mette un cross preciso per la zuccata vincente di Tavernelli.

Monza-Salernitana 3-0

Terza vittoria consecutiva, la quarta nelle ultime cinque partite, per il Monza che vola così a due punti proprio dalla Salernitana capolista. Dura 60′ la gara di Balotelli, partito titolare a quasi 10 mesi dall’ultimo match disputato (Sassuolo-Brescia 3-0 del 9 marzo). L’attaccante, approfittando di un errore di Mantovani, ripaga la fiducia di Brocchi sbloccando il punteggio al 4′. Al 21′ anche un gol annullato all’ex Inter e Milan per fuorigioco, poi negli ultimi istanti del primo tempo un meraviglioso colpo di tacco da parte di Boateng avvia l’azione che porta al raddoppio di Barillà. Il Monza domina anche nel finale, trovando il tris con un tiro sporco di Armellino deviato da Lopez.

Empoli-Ascoli 1-1

Altra rimonta da parte dell’Empoli, che però questa volta riesce solo a metà. L’Ascoli, reduce dalla vittoria sulla Spal alla prima in panchina di Sottil, va vicino ad un altro colpaccio: la sblocca dopo appena 2′ con un diagonale di Bajic, che a inizio ripresa si divora il raddoppio. Ne approfittano gli azzurri, che al 72′ pareggiano i conti con un colpo di testa di Moreo su corner di Stulac. La squadra di Dionisi manca il colpo vincente ma raggiunge comunque al primo posto a quota 31 punti la Salernitana, k.o. con il Monza.

Vicenza-Entella 0-1

Seconda vittoria consecutiva per la Virtus Entella, al primo successo stagionale in trasferta. Decide al 60′ la rete di Koutsoupias, attento nel ribattere in rete il tentativo di De Luca inizialmente parato da Grandi. All’83’ decisiva la parata di Russo, che vola sulla potente conclusione dalla distanza di Gori. Il portiere è poi miracoloso al 94′ sul colpo di testa a botta sicura di Longo.

Spal-Brescia 2-3

Partita molto divertente a Ferrara, con il Brescia che trova la vittoria nel finale. Decisiva la rete di Bjarnason all’87’, che approfitta di un’uscita avventata di Thiam su Aye. Padroni di casa in vantaggio dopo 8′ con Valoti, abile a concretizzare di testa l’assist di Dickmann. Al 57′ Jagiello pareggia i conti, ma due minuti dopo un gran tiro al volo sempre di Valoti riporta sopra la squadra di Marino. Il Brescia attacca a testa bassa e Donnarumma su rigore (braccio largo di Salvatore Esposito) fa 2-2. Finale di gara davvero equilibrato, con occasioni da una parte e dall’altra. Ma alla fine a fare festa sono gli ospiti grazie a Bjarnason.

Chievo-Venezia (ore 21)

Pisa-Frosinone (rinviata)

Seguiranno aggiornamenti


Go to Source
Author:

Lipsia-Psg alle 21 la semifinale di Champions

Neymar e Mbappé vogliono segnare la storia del club parigino con la prima finale. Ma i tedeschi hanno la forza del collettivo dalla loro

Il Lipsia del progetto Red Bull, partito da lontanissimo (le serie minori tedesche) e arrivato sorprendentemente ai vertici del calcio europeo o il Psg degli emiri, che dopo anni di spese folli sul mercato finalmente ha la chance di raggiungere la prima finale nella massima competizione europea della sua storia? Alle 21 va di scena la prima semifinale di Champions in salsa franco-tedesca, l’altra tra Lione e Bayern sarà domani.

Tattica

—  

Tante le chiavi d’interesse di Lipsia-Psg. Cominciamo dalle formazioni ufficiali. I tedeschi confermano dieci undicesimi della formazione che ha battuto l’Atletico (unico cambio Mukiele per Halstenberg), i francesi rinunciano a Icardi, con il ritorno di Mbappé e Di Maria dal 1′. Passiamo ai tecnici: entrambi tedeschi, Julian Nagelsmann e Thomas Tuchel. Non è un mistero che il primo, più giovane di 13 anni, abbia preso ispirazione anche dal secondo, oltre che dal maestro per antonomasia del gegenpressing alla tedesca, quel Ralf Rangnick andato vicino allo sbarco in Italia, al Milan. Scuole simili, ma un presente diverso: Nagelsmann ha costruito un sistema senza stelle e prime donne, dove il collettivo e le idee sono il vero punto di forza. Un po’ come Tuchel era riuscito a fare al Borussia Dortmund. Arrivato sulla panchina del Psg e dovendo relazionarsi con fuoriclasse di fama mondiale, il tecnico 46enne ha dovuto adattarsi, con qualche difficoltà. La squadra parigina è infatti un ibrido: Tuchel ha sicuramente portato organizzazione, ma al servizio dei vari Neymar, Mbappé e via dicendo, più che di un’idea di squadra. Così in molti hanno banalizzato la semifinale di stasera: collettivo contro fuoriclasse. In parte sarà anche così, facendo un piccolo torto a Tuchel, ma il Psg non è mai sembrato solido come in questa stagione.


Go to Source
Author: